Cerca  
 

 

 

Strategic Identity - Vision e Mission nella tua organizzazione


Come le stelle anche le parole ci possono guidare alla scoperta dell'esistente. Negli ultimi anni insieme alle aziende nostre clienti abbiamo e stiamo vivendo le molteplici complessità “offerteci” dall’odierno vivere. In questo “navigare” è emerso potente la necessità di rielaborare e fortificare delle “nuove competenze manageriali” una tra le quali: la capacità di dare senso al non senso, di dare rotta nell’assenza di rotte.

In aiuto ci è venuta una metafora, meglio ancora un archetipo, potente quanto la storia dell’umanità e della sua evoluzione: l’archetipo del mare e della navigazione.

Per dare senso all’odierno ci siamo collegati alle esperienze degli Antichi e abbiamo usato la forte metafora del mare, i simboli delle navi e delle bandiere per descrivere concetti esistenti

Strategic Identity Profexa

come Vision e Mission. Abbiamo preso delle parole già presenti in azienda e le abbiamo avvicinate e collegate a questi simboli molto emozionali ed archetipici come il mare, l’orizzonte e il futuro.

 

Proviamo a pensare ad una azienda come una nave che solca il mare e che a vele spiegate tende verso una meta scegliendo una rotta.

La Vision è proprio quella meta, quel desiderio di futuro che ci porta a fare delle scelte coerenti di equipaggio, di strumentazioni, di organizzazione. Ha radici nel passato in quanto la storia delle aziende influenza in modo molto forte il presente e getta i semi nel futuro in quanto tutte le azioni dell’oggi le ritroveremo sotto qualche forma nel domani. La Vision è un progetto, sia dell’individuo sia del gruppo, è un simbolo dinamico che è un attivatore sia di potenziali sia di strategie di sviluppo.

Ci piace pensare la Vision come il simbolo riportato sulla bandiera di questa nave, di impatto molto forte su tutto l’equipaggio, ben issata in alto in modo che anche in situazioni di pericolo, di panico e di crisi ma anche di trionfo sia ben visibile a tutti come una bussola che indica la strada.

La difficoltà di definire la Vision di un’azienda sta molto spesso nel rendere statico un concetto dinamico, come se quel punto all’orizzonte a cui ci avviciniamo, la nostra meta, nel quotidiano si modifica, ma nella sostanza è immutato, ha le stesse coordinate, rimane il sogno a cui tutte le persone vogliono tendere tutti i giorni.

La Vision di una azienda anche se il mare è molto mosso, anche se ci sono molti fattori che spostano la nave, non cambia. Ciò che cambia è la rotta, la strada per raggiungere la meta. Questo è un punto fondamentale: la Vision non cambia nel tempo, ma esiste per dare continuità ai progetti aziendali, ai sogni.

 

La Vision così “ri-animata” dona nuovo futuro alla Leadership; l'impressione è che per troppo tempo questa parola sia stata usata, abusata, sopravvalutata. Il leader che da solo crea sogni, esperienze, emozioni, valori e missioni. Sembra che dietro a tanta letteratura non ci sia spazio per noi comuni mortali di essere, di allenarci ad essere capitani di PERSONE. La svolta sta nel guardare al proprio equipaggio e insieme a loro con coraggio navigare il futuro. Coraggio di mettersi in gioco e rischiare, coraggio nel guardare il mare e accettare la sfida giorno dopo giorno, coraggio nel cambiare la rotta, nel far vincere le proprie persone, coraggio nel rimanere al timone.

Come stiamo assistendo in questi anni, anzi mesi, le rotte cambiano, per un quotidiano molto tumultuoso che ci porta a virare, a strambare in questi mari mossi. I capitani possono, attraverso la bandiera, ricordare a tutto l’equipaggio anche in loro assenza la vera meta della nave. Essere e fare i capitani in queste condizioni non è per niente facile, i “super uomini” non esistono (se mai sono esistiti), bensì esistono persone che scelgono di esserlo con coraggio. La Vision è uno strumento che aiuta i capitani a sprigionare i comportamenti virtuosi degli equipaggi.

 

Detto questo è evidente che la stesura della Vision, della tessitura della bandiera, sia un momento solenne da condividere con tutto il gruppo dei capitani che porterà a galla l'implicito, ciò che le persone hanno già negli occhi e nei muscoli. La Vision sarà la raccolta delle parole anima dell'azienda, l'esplicitazione di sogni impliciti. Un altro punto fondamentale è che la declinazione della Vision avrà come contenuti ciò che è già presente nella storia, nel quotidiano, non possiamo creare un simbolo di un qualcosa che non conosciamo, non funzionerebbe, sarebbe solamente un esercizio di stile.

Dalla Vision alla Mission il passaggio è semplice: quando ho una meta a cui tendere il primo passo è stabilire come arrivarci e partire! La Mission è il come ci si attrezza per tendere alla Vision: Comportamenti, strategie, obiettivi.

Come se in realtà la nostra azienda fosse una flotta, in cui le varie navi sono differenziate per la loro Mission per esempio la nave Cargo avrà una Mission diversa dalla nave ricognitore e dalla nave cacciatorpediniere. Mission è quindi l'insieme di organizzazione e comportamenti delle varie aree di una azienda che hanno lo scopo di raggiungere la Vision. La Mission della direzione amministrativa avrà un insieme di comportamenti, di organizzazioni, di rotte diversi dalla produzione, dal commerciale, dalle Risorse Umane. Ma la bandiera alta sul pennone è una sola e tutti tendiamo alla stessa.

La Mission è il set di comportamenti richiesti e da allenare delle nostre persone, e il capitano dovrà sia dare peso e valore alla specializzazione del suo equipaggio in termini di competenze e prestazioni, sia dare peso e valore alla Vision della flotta attivando anche comportamenti virtuosi di ascolto e sostegno di altre navi della flotta per tendere insieme coordinati verso la meta.


Alla domanda-desiderio di come costruire e darsi un futuro c’è dunque una risposta-stella polare: formulare le proprie Vision progettuali “chi desideriamo essere per il prossimo futuro in stretta sinergia tra le potenze della nostra storia e i potenziali per il prossimo futuro”, anziché limitarsi a darsi sole rotte operative, cioè l’ormai collaudato “cosa fare”; dotarsi quindi non più solo di bussole bensì di bussole e sestanti per legare navigazioni di mari con navigazioni di cielo…… quello spazio dalle maggiori possibilità.


 

Chiedi maggiori dettagli scrivendo a segreteria.commerciale@profexa.it



 


Contatti
Profexa Consulting S.r.l.
People & Organization Development

Via Dello Scalo,1/EFG e 3/2
40131 Bologna
Telefono: 051 4211020
Fax: 051 4210957

info@profexa.it